Secondo la Commissione permanente sull’intelligence della Camera USA (Permanent Select Committee on Intelligence), i servizi segreti cinesi hanno superato in efficienza quelli degli Stati Uniti a livello strategico, politico e militare, ovunque tranne che in Medio Oriente.

Infatti, negli ultimi trent’anni gli USA hanno prima creduto che con la sparizione dell’URSS non avrebbero più avuto rivali, poi hanno ricostituito i servizi d’intelligence, indirizzandoli verso la distruzione delle strutture statali del Medio Oriente (strategia Rumsfeld/Cebrowski), consentendo alla Cina di raggiungere la supremazia in tutte le altre aree.

Al termine di due anni d’inchiesta, la Commissione ha mostrato evidente sorpresa nel dover prendere atto del declassamento degli Stati Uniti.

La Commissione raccomanda di dotarsi di strumenti di concertazione bipartisan, volti a riformare l’architettura dei servizi di sicurezza, creati nel 1947, e di riorientare l’intelligence. Ritiene anche necessario uno sforzo immediato per ingaggiare esperti cinesi e per capire meglio dove Pechino vuole arrivare.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo

Documenti allegati