Il 28 ottobre 2020, intervenendo ad Ankara davanti ai parlamentari del suo partito, l’AKP, il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan ha denunciato una nuova campagna internazionale contro l’islam.

Nel 2005 Erdoğan si oppose al disegno statunitense della «Guerra delle civiltà» e con il primo ministro spagnolo José Luis Zapatero creò all’ONU l’Alleanza delle Civiltà. A distanza di 15 anni è diventato, con il sostegno finanziario del Qatar, il protettore della Confraternita dei Fratelli Mussulmani.

«La Francia e l’Europa in generale non meritano le politiche abiette, provocatorie e cariche d’odio di Macron e di quelli che hanno la sua stessa mentalità», ha precisamente dichiarato.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo