Il 1° dicembre 2020 sul Washington Times è apparsa un’intera pagina pubblicitaria ove un gruppo dell’Ohio, We the People Convention, si appella al presidente degli Stati Uniti perché segua l’esempio del suo illustre predecessore, Abraham Lincoln. Sembra sia un’iniziativa del generale Michael Flynn, ex consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Donald Trump.

Durante la guerra civile Lincoln sospese la Costituzione, proclamò la legge marziale, chiuse i giornali d’opposizione, fece arrestare alcuni parlamentari e membri della Corte Suprema.

Durante la guerra civile l’Ohio era uno Stato nordista. I Democratici considerano Lincoln il miglior presidente della storia americana.

We the People Convention e il generale Flynn invitano Trump a seguire le orme di Lincoln: sospenda la Costituzione, proclami la legge marziale, chiuda i giornali d’opposizione, faccia arrestare alcuni parlamentari e membri della Corte Suprema, e infine affidi l’organizzazione di nuove elezioni alle forze armate. L’unico modo, secondo loro, per evitare una guerra civile.

Il 9 novembre 2020 il presidente Trump ha decapitato il Pentagono [1] e sostituito la vecchia squadra con amici del generale Flynn [2].

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo

[1] «Donald Trump non gioca soltanto a golf, ripulisce anche il Pentagono», di Thierry Meyssan, traduzione di Rachele Marmetti, Rete Voltaire, 17 novembre 2020.

[2] «Il generale Flynn, QAnon e le elezioni USA», di Thierry Meyssan, traduzione di Rachele Marmetti, Rete Voltaire, 1° dicembre 2020.