Il presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Nicolás Maduro, ha annunciato che i ricercatori hanno messo a punto un farmaco in grado di curare il Covid-19, il Carvativir. Il Paese inizierà a produrlo e lo renderà accessibile alle popolazioni dei Paesi alleati, i membri dell’ALBA.

Maduro ha ironizzato sulle pratiche capitaliste delle società che producono vaccini e ha presentato il farmaco venezuelano come un dono di Dio.

La prudenza è d’obbligo, ma la soluzione all’epidemia potrà essere scoperta solo attraverso il confronto.

La multinazionale YouTube (Google), seguita dalle multinazionali Facebook e Twitter, rimuovono tutti i messaggi sul Carvativir, benché il farmaco sia stato approvato dalle autorità sanitarie e farmacologiche del Venezuela. Ritengono che il presidente Maduro diffonda false speranze e faccia correre gravi rischi ai malati.

A meno che queste multinazionali abbiano interesse a difendere la strategia vaccinale invece che la cura dei malati.

Il Carvativir sarebbe un prodotto naturale anticoagulante e antivirale.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo