Secondo un sondaggio dell’istituto Rasmussen Reports, il 59% degli elettori statunitensi ritengono che Facebook e Twitter diffondano le informazioni in modo parziale.

Questa posizione è meno diffusa tra gli utilizzatori di questi social network, più giovani e meno istruiti.

Attraverso domande separate, Rasmussen Reports ha rilevato che la maggioranza degli elettori statunitensi disapprova la censura dell’account del presidente Trump e della diffusione dei suoi messaggi. La maggioranza degli interpellati si è dichiarata nettamente favorevole alla fine dell’immunità di cui beneficiano Facebook e Twitter.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo