Il governo israeliano ha giustificato il bombardamento dell’edificio ove aveva sede la rete televisiva Al-Aqsa con il fatto che quest’ultima appartiene a Hamas, considerato organizzazione terrorista.

Israele ha giustificato il bombardamento dell’edificio che ospitava gli studi della rete del Qatar, Al-Jazeera, e gli uffici dell’agenzia di stampa statunitense Associated Press (AP) affermando che nel palazzo aveva sede anche l’intelligence militare di Hamas. Quando AP ha dichiarato di non esserne a conoscenza, il governo israeliano ha replicato accusandola di non saper fare il proprio lavoro e di ignorare chi siano i propri vicini.

Israele si rifiuta di fornire prove della presenza nell’edificio dell’intelligence militare di Hamas.

La distruzione intenzionale di mezzi d’informazione è crimine di guerra.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo