Rete Voltaire
Indagini, analisi di sfondo, sintesi originali
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
La società siriana e la laicità Damasco (Siria) | 14 maggio 2019
Prima della guerra la società siriana era organizzata secondo i principi della laicità, in modo che le numerose comunità religiose potessero convivere mescolandosi fra loro. L’intera popolazione siriana ha sofferto per le atrocità commesse dagli jihadisti (di cui oggi gli europei addossano la responsabilità alla Repubblica Araba Siriana). Molti siriani si sono perciò rivolti a Dio. La percentuale di praticanti è passata dal 20 all’80. Buona parte della comunità cristiana facente capo alla chiesa di Roma è emigrata, mentre gli ortodossi sono rimasti. La comunità dei mussulmani sunniti è adesso largamente maggioritaria. Paradossalmente, alcuni dei loro imam, dimenticando la retorica di Daesh e la resistenza del Paese, oggi designano i laici come nemici.