Rete Voltaire

Il governo georgiano ha accusato il suo predecessore di torture sistematiche

+

Il ministro degli Interni della Georgia, Irakli Garibashvili [foto], ha annunciato il 17 giugno 2013 della scoperta di un deposito di armi nella regione di Samegrelo. Conteneva anche farmaci, documenti e video. 9 persone sono state arrestate, tra cui un funzionario del ministero della Difesa e due agenti di polizia.

Il 20 giugno, il ministro degli Interni ha tenuto una proiezione privata, per la stampa, dei video catturati. Girati due anni fa, mostrano la polizia violentare e torturare dei prigionieri favorevoli all’attuale governo. Il ministro ha deciso di non pubblicare i documenti il cui sadismo Ë difficilmente sopportabile. Il governo di Bidzina Ivanishvili (filo-russo) si propone di dimostrare che il suo predecessore (pro-USA) ha fatto uso sistematico della tortura.

Il 18 settembre 2012, un video venne pubblicato su Internet e in televisione svelÚ gli stupri e le torture nella prigione n∞ 8 (nei sobborghi della capitale), provocando la caduta del governo. I sostenitori del presidente Mikhail Saakashvili hanno abbandonato la sala proiezioni per protesta. Parlando in televisione, il presidente Saakashvili ha detto che gli autori di questi crimini devono essere puniti e ha accusato le abitudini del passato regime comunista. Il suo partito ha chiesto l’apertura di una commissione parlamentare d’inchiesta.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Autori: diplomatici, economisti, geografi, storici, giornalisti, militari, filosofi, sociologi... potete inviarci i vostri articoli.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.

La «soluzione» per Gaza
La «soluzione» per Gaza
di Manlio Dinucci
Estensione della guerra del gas al Levante
«Sotto i nostri occhi»
Estensione della guerra del gas al Levante
di Thierry Meyssan
Nato, offensiva globale
«L’arte della guerra»
Nato, offensiva globale
di Manlio Dinucci, Rete Voltaire
 
Ucraina, obiettivo centrato
«L’arte della guerra»
Ucraina, obiettivo centrato
di Manlio Dinucci, Rete Voltaire
 
Una jihad globale contro i BRICS?
Una jihad globale contro i BRICS?
di Alfredo Jalife-Rahme, Rete Voltaire
 
Gaza, il gas nel mirino
«L’arte della guerra»
Gaza, il gas nel mirino
di Manlio Dinucci, Rete Voltaire