Rete Voltaire

La NATO sospende le operazioni in Siria

+

I ministri della Difesa della NATO si sono riuniti il 15 febbraio 2017 nella sede dell’organizzazione a Bruxelles alla presenza del generale James Mattis, segretario della Difesa dell’amministrazione Trump.

I ministri hanno deciso l’istituzione di un nucleo Sud, per controllare Africa e Medio Oriente, nonché la sospensione dei voli di ricognizione in Siria.

Dall’inizio della guerra contro la Siria, intrapresa da Washington, Londra e Parigi nel 2011, la NATO assicura la sorveglianza delle zone di combattimento per mezzo dei suoi [aerei] AWACS e dei satelliti dei Paesi membri. Le informazioni raccolte sono subito selezionate e, se d’interesse, trasmesse ai gruppi jihadisti che possono in tal modo sfuggire all’Esercito arabo siriano.

Ritirando i suoi AWACS, la NATO vorrebbe non prendere posizione nel conflitto che, in questo momento, oppone i curdi fra loro.

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.