Diciassette testimoni oculari depongono davanti all’OPAC
Rete Voltaire

Diciassette testimoni oculari depongono davanti all’OPAC

+

Su richiesta della Russia, il 27 aprile 17 testimoni oculari dei fatti accaduti a Duma hanno rilasciato la propria deposizione all’OPAC. Si tratta di persone che compaiono nel video, diffuso dai Caschi Bianchi, del presunto “attacco chimico” a Duma, o di responsabili dell’ospedale. Tutti hanno dichiarato che non c’è stato alcun «attacco chimico».

Le delegazioni di Stati Uniti, Regno Unito e Francia hanno protestato contro questo «show» e hanno affermato di essere in possesso di prove, senza peraltro esibirle, che contraddicono queste testimonianze.

Il 14 aprile scorso, ritenendo il video dei Caschi Bianchi prova sufficiente, Stati Uniti, Francia e Regno Unito hanno bombardato la Siria.

Da parte sua, la delegazione russa, che già riteneva tutto questo un montaggio mediatico degli occidentali, dopo queste testimonianze non ha più dubbi: si tratta di malafede. La Russia ha perciò annunciato che non consentirà più che la Siria venga attaccata.

Traduzione
Rachele Marmetti
Il Cronista

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.