Rete Voltaire

Ucraina e Qatar forniscono missili antierei allo Stato islamico

| Mosca (Russia)
+
JPEG - 35.1 Kb

Il fatto che le infrastrutture dello SIIL in Siria e Iraq siano assolutamente vulnerabili agli attacchi aerei della coalizione internazionale è indubbio. Nell’ultima settimana solo l’Aeronautica e la Marina russe hanno colpito 826 bersagli dello SIIL (campi di allenamento, depositi di munizioni e impianti per esplosivi, raffinerie di petrolio e mezzi di trasporto) causando danni cruciali ai gruppi terroristici e alle loro fonti di reddito.

Gli sponsor dello SIIL sono impegnati ad acquisire e rifornire le brigate jihadiste di sistemi di difesa aerea abbastanza efficienti per almeno ostacolare le attività della coalizione nei cieli siriani.

Già nel settembre 2015 si sapeva dei piani russi per la campagna aerea contro il terrorismo, e una delegazione del Ministero della Difesa del Qatar giunse a Kiev per partecipare alla Fiera su armi e sicurezza del 22-27 settembre 2015.

JPEG - 87.2 Kb
La lettera dal direttore dell’ucraina SpetsTechnoExport Pavlo Barbul al ministro degli Esteri ucraino con l’elenco dei delegati del Qatar.

Fu stipulato un contratto con UkrOboronProm (azienda statale ucraina per la vendita di armi) per l’acquisto del complesso missilistico antiereo modernizzato “Pechora-2D“ [1]

JPEG - 51.6 Kb
Pavlo Barbul scriveva al vicecapo della Ukroboronservice che la sua impresa forniva sistemi Pechora-2D alle Forze Armate del Qatar

Il 30 settembre Vladimir Kuruts, addetto commerciale dell’ambasciata ucraina in Qatar, scrisse al suo contatto commerciale a Cipro, Vasil Babitskij, direttore della Blessway Ltd:

Grazie per i contatti con Marocco e sauditi. Appena in tempo. Sono stati a Kiev all’Expo e stanno per acquistare i “Pechora” e qualcosa di più serio. La questione della consegna è in sospeso. Non potremo farlo. C’è la possibilità di un buon prezzo. Provate a parlare con i militari. La probabilità è alta con l’accordo degli yankees. Bulgari e turchi lo sanno, la strada è la stessa…

JPEG - 25 Kb

Va notato che Vasil Babitskij rivendette 265 obsoleti cannoni antiaerei polacchi all’Arabia Saudita (quindi allo Stato islamico), in origine destinati al ministero degli Interni ucraino.

Le informazioni rivelate indicano chiaramente che il ministero della Difesa del Qatar rifornisce di sistemi di difesa aerea ucraina le organizzazioni terroristiche in Siria attraverso Bulgaria e Turchia.

JPEG - 49.9 Kb
Pechora 2D

Gli ufficiali statunitensi in Qatar hanno approvato l’accordo. Tenendo conto che il sistema Pechora 2D piò colpire velivoli fino a 21 km di quota, l’indagine sull’abbattimento dell’A321 della Metrojet sul Sinai può prendere una piega inaspettata…

Traduzione
Alessandro Lattanzio
(Sito Aurora)

Fonte
Oriental Review (Russia)

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.