Rete Voltaire
Indagini, analisi di sfondo, sintesi originali
 
 
 
 
 
Intervista esclusiva con il vice Primo ministro palestinese
Naser Shaer: «I Palestinesi sono uniti nell’affrontare le sanzioni»
di Silvia Cattori
 
 
 
 
 
 
 
Alleanza militare all’ombra degli Stati Uniti
La ’Guerra al terrorismo’, nuova missione della NATO
di Cédric Housez
La 'Guerra al terrorismo', nuova missione della NATO Parigi (Francia) | 1 settembre 2006
Nata per proteggere i paesi occidentali dalla minaccia del blocco sovietico, la NATO (Organizzazione del trattato del Nord Atlantico) avrebbe dovuto sparire assieme alla Guerra fredda. Invece si è ingrandita, e per giustificare il proprio perpetuarsi si è inventata un nuovo nemico: "il terrorismo internazionale". La guerra del Kosovo, contro la Serbia, ha fornito un precedente per la possibilità di attaccare senza il previo accordo delle Nazioni Unite un paese che non costituisce minaccia. A questo primo passo ha fatto ben presto seguito l’aggressione all’Afganistan, questa volta al di fuori del continente europeo. In nome della "guerra al terrorismo", a poco a poco l’Alleanza atlantica sta disponendo in ordine di battaglia le armate dei paesi membri.
 
 
 
 
 
'Ognuno puo' constatare che nessun Boeing si e' schiantato sul Pentagono' Parigi (Francia) | 26 maggio 2006
Il 16 maggio 2006, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha reso pubblici due video, ripresi da telecamere di sorveglianza, che si ritiene mostrino un aereo schiantatosi sul Pentagono l’11 settembre 2001. La consegna ai media di questi documenti - che sono già stati diffusi in forma di immagini statiche l’8 marzo 2002 - ha luogo circa cinque anni dopo gli avvenimenti. In una dichiarazione fatta a Parigi, Thierry Meyssan considera questo gesto come un tentativo di disinnescare la polemica sugli attentati, che in questo periodo sta aumentando, negli Stati Uniti. L’autore de L’incredibile menzogna e di Pentagate si compiace della pubblicazione di questi video, ed invita ciascuno a constatare da sé che nessuna traccia di qualsivoglia Boeing 757-200 è osservabile nelle (...)
 
 
 
Storia Antisemitismo e Antimassoneria
La storia segreta de L’Oréal
di Thierry Meyssan
 
 
 
 
 
 
 
Generale Leonid Ivashov : «Il terrorismo internazionale non esiste» Bruxelles (Belgio) | 14 gennaio 2006
Il generale Leonid Ivashov era capo di Stato Maggiore dell’esercito russo al momento degli attentati dell’11 settembre 2001. Avendo vissuto gli avvenimenti dall’interno, egli ce ne fornisce un’analisi molto diversa da quella dei suoi omologhi statunitensi. Come durante il suo intervento alla conferenza Axis for Peace 2005, in questa intervista egli spiega che il terrorismo internazionale non esiste e che gli attentati dell’11 settembre sono una messa in scena. Quello che vediamo è solo un terrorismo strumentalizzato dalle grandi potenze e che non esisterebbe senza di esse. Invece di fingere una “guerra mondiale al terrorismo”, egli sostiene che il modo migliore di ridurre gli attentati consiste nel ripristino del diritto internazionale e della pacifica cooperazione sia tra gli Stati che tra i loro (...)