I primi 200 camion di armi e munizioni donati dal Pentagono a YPG sono stati consegnati a Hasakeh l’11 e il 19 settembre scorso, in due convogli distinti.

I camion provenivano dalla regione kurda d’Iraq e hanno attraversato la frontiera a Semalka.

Armi e munizioni sono di fabbricazione sovietica, a eccezione dei veicoli Oshkosh L-ATV, che sono invece dell’esercito USA.

Queste armi non serviranno a combattere Daesh, che sta per essere sradicato dal Medio Oriente, bensì saranno utilizzate nella prossima guerra contro la Siria.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo