Gli umoristi russi che si erano già spacciati per il presidente svizzero con il putschista venezuelano Juan Guaidó hanno ripetuto il colpo. Questa volta si sono fatti passare per il presidente neo-eletto dell’Ucraina, Volodymyr Zelenski, e sono riusciti a mettersi in comunicazione con il suo omologo francese Emmanuel Macron.

La conversazione dimostra che il presidente Macron non era poi in così buoni rapporti con il presidente ucraino uscente, Petro Porochenko.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo