Quando Casa Bianca e Aramco sembravano aver concluso un accordo per l’entrata in Borsa della società a Wall Street e non a Riad, il Regno Unito ha presentato una nuova offerta.

Theresa May ha proposto un prestito di due miliardi di dollari su garanzia al gigante petrolifero se l’entrata in borsa si fa alla City.

Aramco appartiene ai Saud ed è diretta dal principe ereditario Mohammad Bin Salman (MBS).

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo