Il neo-primo ministro malese, Mahathir Mohamad, ha ritirato le truppe del proprio Paese dalla Coalizione nello Yemen, guidata dall’Arabia Saudita.

Mahathiri Mohamad ha chiuso anche il Centro per la Pace Internazionale di re Salman (KSCIP) a Kuala Lampur, trasferendone le prerogative all’Istituto Malese per la Difesa e la Sicurezza.

Presentato dalla stampa occidentale come un dittatore in pensione, Mahathir Mohamad è stato trionfalmente rieletto a 93 anni, alla testa di un’alleanza elettorale di cui fanno parte anche suoi ex oppositori. Il neo-primo ministro ha immediatamente lanciato una vasta operazione contro la corruzione che ha permesso di scoprire le inaudite sottrazioni di fondi effettuate dal predecessore, Najib Razak, e i regali da lui ricevuti [1]; oggi rompe tutti i ponti con il regno wahabita saudita.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo