Fonti della sicurezza libanese affermano che parecchie manifestazioni antigovernative sono orchestrate dalla Turchia attraverso il partito politico dei Fratelli Mussulmani in Libano, la Jamaa Islamiya.

Creata nel 1952 dal Supervisore Generale dei Fratelli Mussulmani in esilio a Beirut, Mustafa Sibai, la Jamaa Islamiya sarebbe stata inizialmente finanziata dal banchiere svizzero François Genoud (esecutore testamentario di Joseph Goebbels); ora è finanziata dallo Stato turco.

All’inizio delle manifestazioni, la Jamaa Islamiya avrebbe organizzato il blocco della strada costiera del Sud e della strada della moschea di Aïsha Bakkar a Tripoli [Libano]. In particolare, sembra che quest’organizzazione si nasconda dietro i Guardiani della Città (Horras al-Madina), gruppo di recente formazione che organizza le manifestazioni di piazza al-Nour a Tripoli e dispone d’una poderosa infrastruttura.

In piazza al-Nour ha sventolato per due anni lo stendardo di Daesh.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo