L’esercito tedesco installa a Rostock il quartier generale della NATO incaricato del coordinamento di un’eventuale guerra navale contro la Russia (foto), nonché il quartier generale congiunto delle flotte tedesca e polacca.

La Polonia, che affaccia sul Mar Baltico, ha affidato la gestione della propria marina alla Germania.

Il tedesco Thyssen Krupp Marine Systems dovrebbe vendere alla Polonia tre nuovi sottomarini, per un valore di circa 2,4 miliardi di euro. Tuttavia, le regole europee per le gare d’appalto costringono Varsavia a tener conto delle offerte francese (Naval Group, ex-DCNS) e svedese (Kockums, filiale di Saab).

Nel 2002, grazie ai consigli dell’avvocato Christine Lagarde dello studio Baker & McKenzie, la Polonia aveva rotto le trattative con Airbus e Dassault, preferendogli Boeing e Lockheed-Martin. I fondi europei concessi alla Polonia per portare la propria agricoltura a livello di quella dell’Unione Europea sono stati utilizzati per acquistare aeromobili e pagare il contingente polacco dell’operazione USA contro l’Iraq.

A fine 2016 l’esercito polacco aveva improvvisamente rotto le trattative con Airbus Elicotteri per l’acquisto di 50 Caracal [1], preferendole la statunitense Boeing. Airbus, ritenendo la gara d’appalto truccata, aveva portato la vicenda davanti all’Istituto di Arbitraggio della Camera di Commercio di Stoccolma.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo

[1] Il Caracal è un elicottero per il trasporto militare tattico prodotto dall’europea Eurocopter, ndt.