Il Caucus statunitense contro la corruzione all’estero e la cleptocrazia (U.S. Caucus against Foreing Corruption and Kleptocracy), il Gruppo parlamentare di tutti i partiti contro la corruzione e per tasse responsabili (All-Party Parliamentary Group on Anti-Corruption and Responsible Tax), nonché l’Intergruppo del parlamento europeo contro la corruzione, il 7 dicembre 2021 hanno lanciato a Washington, per videoconferenza, l’Alleanza interparlamentare contro la cleptocrazia.

Un’iniziativa che, in previsione del Summit per la Democrazia del 9 e 10 dicembre 2021, vuole rafforzare il mito secondo cui la corruzione sarebbe peculiarità dei regimi autoritari.

Nell’invito all’evento, il rappresentante repubblicano della Carolina del Sud, Joe Wilson, acutamente afferma che la «Corruzione è il nuovo comunismo» […] «È la forza che accomuna i dittatori e i sistemi che cercano di esportare. E come per il comunismo, gli Stati Uniti devono unirsi agli alleati per sconfiggerla».

L’esecutivo USA ha contemporaneamente pubblicato la Strategia per combattere la corruzione. Ovviamente, secondo il presidente Biden nel suo Paese non c’è corruzione.

Traduzione
Rachele Marmetti

titre documents joints


(PDF - 520.1 Kb)