La cancelliera tedesca Angela Merkel ha trasferito il ministro dell’Economia, Sigmar Gabriel, al ministero degli Esteri.

Gabriel è ex sindacalista noto per le critiche alla politica imperialista degli Stati Uniti di George W. Bush e di Barack Obama. In particolare, si è espresso contro la colonizzazione dell’Afghanistan.

Ha inoltre criticato vivacemente l’apartheid messo in atto dal governo Netanyahu nei confronti dei palestinesi.

Gabriel è stato anche il primo leader occidentale a recarsi in Iran dopo la firma dell’accordo 5+1.

Si è pronunciato per una soluzione del conflitto ucraino rispettosa della popolazione del Donbass e degli interessi russi in Crimea. Ha chiesto anche la rimozione delle sanzioni contro la Siria.

A proposito del conflitto in Siria, Gabriel ha denunciato il finanziamento del terrorismo islamico da parte dell’Arabia saudita.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo