Rete Voltaire

L’emiro del Qatar costretto da Washington a cedere il trono

+

Secondo il quotidiano libanese as-Safir, l’annuncio da parte l’emiro del Qatar dell’abdicazione in favore del figlio Tamim non è dovuta alla malattia del principe, ma ad un intervento degli Stati Uniti.

Gli Stati Uniti avrebbero "scoperto" le attività segrete della micro-monarchia con i jihadisti in Siria, nonché operazioni finanziarie illegali. Avrebbero costretto il monarca e il suo primo ministro a dare le dimissioni, imponendo la scelta del figlio Tamim a succedergli.

La successione avverrà ai primi di agosto e cambierà profondamente l’ordine regionale: il Qatar è stato il finanziatore dei Fratelli musulmani e della guerra contro la Siria.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.