Il presidente Trump ha annunciato la sostituzione del segretario di Stato Rex Tillerson con il direttore della CIA, Mike Pompeo, a sua volta sostituito dalla propria vice, Gina Haspel.

I dissensi tra il presidente e il segretario di Stato riguardavano in particolare la Russia, l’Iran e la Corea del Nord. Tillerson riteneva indispensabile demonizzare la Russia; si opponeva alla rottura dell’accordo 5+1; dissentiva da qualunque forma di dialogo, da capo di Stato a capo di Stato, con il presidente Kim.

Gina Haspel è unanimemente considerata dai colleghi una delle migliori spie della CIA e, altrettanto unanimemente, è contestata dai politici di Washington. Haspel ha diretto la prigione segreta dell’Agenzia in Tailandia, dove ha sovrinteso agli orrori commessi su Abu Zubayadah e Abd al-Rahim al-Nashiri. Questo fa di lei l’emblema delle torture generalizzate dell’èra Bush. È la prima volta che una donna assume la direzione della CIA.

Peraltro, Lawrence Kudlow, membro dell’amministrazione Reagan e ora giornalista alla CNBC, potrebbe sostituire Gary Cohn alla presidenza del Consiglio Economico Nazionale.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo