Durante la cena del G7 di Charlevoix, Donald Trump ha spiegato ai propri interlocutori che, secondo lui, la Crimea è effettivamente russa.

Il presidente statunitense ha, in particolare, sottolineato che tutti gli abitanti della Crimea parlano russo e non ucraino.

Fino a ora gli occidentali, nel complesso, accusano la Russia di essersi annessa la Crimea con la forza.

Sembra che il comunicato finale del G7 non includa più l’annessione della Crimea nel contenzioso con la Russia, circoscrivendolo all’Ucraina orientale.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo