La cappellanìa ortodossa delle forze armate russe ha fatto costruire una gigantesca cattedrale nel Parco Patriottico di Mosca. Uno degli affreschi della nuova cattedrale – che avrebbe dovuto essere inaugurata il 9 maggio, anniversario della vittoria contro il nazismo – celebra il ritorno della Crimea alla madre patria.

Il presidente Putin ha tuttavia ordinato la rimozione di un altro mosaico, che lo rappresenta insieme ai capi dei servizi segreti. L’opera era stata approvata dal Consiglio artistico del patriarcato di Mosca.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo