Il 15 ottobre 2020 il corpo diplomatico accreditato in Vaticano è stato invitato all’udienza del cardinale Mario Zenari, nunzio apostolico in Siria.

Il prelato ha descritto un Paese devastato dalla guerra, la cui popolazione sta morendo di fame a causa di sanzioni economiche che, ha sottolineato il cardinale, non colpiscono il “regime” che sono supposte abbattere, bensì la popolazione civile.

Dal XVIII secolo la Santa Sede condanna qualsiasi forma di assedio e, più recentemente, di “sanzione economica”, nonché gli attacchi di massa contro i civili, considerati alla stregua dell’uso di armi di distruzione di massa.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo