Negli Stati Uniti è iniziata la caccia alle streghe; ma l’opinione pubblica non è d’accordo con le misure più ideologiche dei neo-puritani dell’amministrazione Biden.

Soltanto il 45% dei cittadini statunitensi approva l’interruzione della costruzione del muro alla frontiera con il Messico; soltanto il 42% approva l’autorizzazione dell’immigrazione da quei Paesi mussulmani ove le ambasciate non hanno la possibilità di verificare l’identità dei migranti [1].

I membri del Comitato Internazionale Olimpico non sanno come affrontare la decisione del presidente Joe Biden di autorizzare ogni atleta a scegliere la categoria – maschile o femminile – in cui gareggiare. Qualcuno sta pensando di fissare limiti massimi di testosterone.

Diverse centinaia di componenti dei 42 comitati consultivi del Pentagono sono stati invitati a dimettersi o saranno licenziati entro fine mese. La maggior parte era stata nominata negli ultimi due mesi di presidenza Donald Trump. È la più grande purga mai effettuata al Pentagono, compresa quella del maccartismo degli anni 1953-54, al culmine della guerra fredda.

La Camera dei Rappresentanti sta ufficialmente cercando come destituire la nuova rappresentante della Georgia, Marjorie Taylor Greene, rea di aver ipotizzato che l’11 settembre 2001 nessun aereo abbia colpito il Pentagono e che gli attentati non siano stati perpetrati da Al Qaeda, bensì da una parte dello Stato profondo USA (è la tesi di Thierry Meyssan [2]). Il leader della minoranza repubblicana, Mitch McConnell, ha già dichiarato che non prenderà le difese di Greene, non condividendone le opinioni.

Il rappresentante repubblicano Adam Kinzinger raccoglie fondi per contrastare l’influenza dell’ex presidente Trump nel Partito repubblicano.

Quanto al leader della maggioranza democratica del senato, Charles E. Schumer (foto), il 2 febbraio ha presentato una risoluzione mirante a criminalizzare il movimento QAnon, presentato come una minaccia per la democrazia, e a costringere l’FBI a indagare. I media più importanti stanno contemporaneamente svolgendo una campagna propagandistica per sminuire il messaggio politico di QAnon e farlo passare come setta antipedofili.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo

[1] Fonte: Sondaggio Yahoo/YouGov del 20 e 22 gennaio 2021.

[2] L’incredibile menzogna, di Thierry Meyssan, Fandango edizioni, 2002; Il Pentagate, di Thierry Meyssan, Fandango edizioni, 2003.