La Guida della Rivoluzione è un’istituzione peculiare dell’Iran. Ispirata al Governo dei Saggi della Repubblica di Platone, dispone sia di un potere di veto sulle decisioni delle istituzioni politiche interne, sia di un potere d’iniziativa all’estero.

Il budget di cui dispone la Guida proviene dalle entrate straordinarie del petrolio. La fine del divieto di commercializzazione del petrolio iraniano, conseguente all’accordo sul nucleare, ha d’un tratto procurato al Paese, dunque alla Guida, entrate eccezionali. Una circostanza che in futuro non dovrebbe ripresentarsi.

Conformemente alla propria funzione, la Guida non ha beneficiato personalmente di questi mezzi finanziari straordinari: l’ayatollah Khamenei è noto per lo stile di vita frugale. Non li ha utilizzati per la propria amministrazione, né per i propri concittadini, ma per far progredire la Giustizia nel mondo. A differenza di altre personalità religiose, la Guida finanzia poche associazioni caritative, bensì principalmente organizzazioni politiche.

L’ayatollah Ali Khamenei ha distribuito questo denaro per sostenere diverse formazioni, soprattutto Hezbollah, cui nel 2016 ha assegnato 800 milioni di dollari.

Hezbollah ha inviato nella Repubblica Araba Siriana 7.000 volontari per salvare la popolazione dalle orde jihadiste. Duemila di loro sono morti in battaglia.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo