Il 2 giugno 2020 la rivista medica The Lancet (gruppo Elsevier) ha pubblicato una messa in guardia a proposito del suo articolo sulla pericolosità dell’idrossiclorochina nel trattamento del COVID-19 [1].

The Guardian aveva rivelato l’inanità dei dati su cui si basa lo studio, falsificati in modo evidente [2].

Alcuni autori dello studio, non legati alla società di elaborazione dati Surgisphere [3], hanno chiesto un’indagine sull’origine e l’affidabilità dei dati su cui si basa lo studio.

The Lancet ha dichiarato di voler aspettare i risultati dell’inchiesta prima di pronunciarsi sull’autenticità dello studio [4].

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo