Il 17 maggio 2021, verso l’una del mattino, Tsahal ha bombardato intensamente la Banda di Gaza. In un quarto d’ora le forze di difesa israeliane sono riuscite a distruggere le principali rampe di missili di Hamas, che ha interrotto i tiri su Israele.

Da una ventina d’anni l’Iran ha messo a punto un sistema di lunghe rampe di missili sotterranee difficili da colpire. Un tipo di costruzione che si è diffuso in Medio Oriente, soprattutto in Libano e a Gaza.

Non si sa se per colpire questo tipo di rampe, Tsahal abbia usato una nuova arma oppure una nuova tecnica. Quel che è certo è che queste rampe non sono più protette. Questo progresso della tecnica militare rimette in causa l’equilibrio delle forze nell’intera regione.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo