Rete Voltaire

Nord Stream 2 al centro della successione a Jean-Claude Juncker

+

Dietro il presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, c’è l’ex direttore della sua campagna elettorale, ora direttore di gabinetto, il giurista fiammingo Marin Selmayr. È costui a esercitare realmente il potere, dal momento che Juncker è notoriamente molto malato.

Selmayr è membro del Partito Democratico-Cristiano Fiammingo e ha fama di essere l’emissario di Washington in seno alla Commissione. Oggi è il promotore della candidatura, a maggio 2019, di Manfred Weber (foto), leader dell’Unione Paneuropea di Baviera, alla presidenza della Commissione.

Weber è stato investito dall’80% del Gruppo del Partito Popolare Europeo, di cui il Partito Democratico-Cristiano Fiammingo di Selmayr fa parte.

Weber considera prioritario bloccare la costruzione del gasdotto russo Nord Stream 2. Se si decidesse in tal senso, l’Unione Europea sarebbe costretta a rifornirsi di energia a un costo più elevato, però dagli Stati Uniti.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.