La NATO ha accettato che cinque Stati siano considerati “osservatori” e dispongano di un ufficio nella sede dell’Alleanza atlantica.

Si tratta di Bahrein, Israele, Giordania, Qatar e Kuwait.

Sembra invece che gli Emirati non desiderino disporre di un ufficio.

L’annuncio, ritardato dalle negoziazioni turco-israeliane, è stato dato il 4 maggio scorso, in occasione dell’entrata in carica del nuovo Comandante supremo alleato in Europa (SACEUR), il generale Curtis M. Scaparrotti.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo