Rete Voltaire

Israele coinvolto a fianco di India e Pakistan

+

Nel subcontinente indiano Israele non prende posizione e non esita a concludere affari con parti tra loro in conflitto.

Nel 2009 lo Tsahal addestrava sia l’esercito dello Sri Lanka sia le Tigri Tamil; alla fine però, al momento del massacro di Puthumathalan – che fece, probabilmente, 20 mila morti – fu il consigliere di Colombo per battere le Tigri.

Sembra che la luna di miele del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu con l’omologo indiano Narendra Modi non abbia impedito a Israele di riannodare gli storici legami con il Pakistan, dopo l’elezione del nuovo primo ministro pachistano, Imran Khan, il 18 agosto 2018.

E questo nonostante il riavvicinamento tra Israele e India sia stato fatto contro i mussulmani, in rottura con la linea antimperialista del pandit Nehru, che sosteneva i palestinesi. E tutto ciò sebbene il riavvicinamento fra Pakistan e Israele non possa essere accettato dai pachistani, i cui predicatori insegnano che Israele è diabolico.

• Nel 2016 il giornalista Malik Shahrukh Zeeshan creò un Gruppo di Amicizia Israele-Pakistan.

• Secondo Haaretz, il 25 ottobre 2018 un aereo israeliano stazionò per dieci ore a Islamabad. La stampa parlò di uno scalo segreto durante il viaggio inaspettato di Netanyahu in Oman. Si sarebbe trattato del seguito del sostegno finanziario concesso al Pakistan dall’Arabia Saudita, alleato di Israele. Il presidente del Pakistan, Arif Alvi, smentì immediatamente l’instaurazione di relazione diplomatiche fra i due Paesi.

• Diverse fonti locali parlano, senza tuttavia addurre prove, del ruolo di Israele nell’operazione terrorista del gruppo jihadista kashmiro Jaish-e-Mohammed a Pulwama (India) del 14 febbraio scorso. Abbiamo dimostrato che la realtà della risposta indiana a Balakot non corrisponde alle dichiarazioni del governo Modi [1]. La liberazione senza condizioni del pilota indiano abbattuto fa intravvedere una possibile azione segreta congiunta di Israele e Pakistan.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo

[1] “Balakot Airstrike – Forensic Satellite Imagery Analysis”, by Great Game India, Voltaire Network, 2 March 2019.

Rete Voltaire

Voltaire, edizione internazionale

L’articolo è su licenza Creative Commons

Potete riprodurre liberamente gli articoli del Réseau Voltaire a condizione di citare la fonte, di non modificarli e di non usarli a scopi di lucro (licenza CC BY-NC-ND).

Sostenere Rete Voltaire

Visitate il sito dove troverete analisi approfondite che vi aiuteranno a comprendere la realtà. Per continuare questo lavoro, abbiamo bisogno della vostra participazione.
Aiutateci con un contributo.

Come partecipare alla Rete Voltaire?

Gli animatori del Réseau sono tutti volontari.
- Traduttori professionali: potete partecipare alla traduzione degli articoli.

L'invasione turca del Rojava
TUTTO QUEL CHE VI NASCONDONO SULL’OPERAZIONE TURCA “FONTE DI PACE” 3/3
L’invasione turca del Rojava
di Thierry Meyssan
Il Kurdistan immaginato dal colonialismo francese
Tutto quel che vi nascondono sull’operazione turca “Fonte di pace” (2/3)
Il Kurdistan immaginato dal colonialismo francese
di Thierry Meyssan
La genealogia della questione kurda
Tutto quel che vi nascondono sull’operazione turca “Fonte di pace” (1/3)
La genealogia della questione kurda
di Thierry Meyssan