Le truppe siriane e russe hanno ripreso i bombardamenti dei gruppi jihadisti a Idlib (Siria).

In reazione, Al Qaeda ha raggruppato sotto la propria egida, con la denominazione di Fathboutou (Siate fermi), cinque diverse organizzazioni, che dispongono di 30 mila soldati, denaro e armi forniti dalla NATO e di un unico stato-maggiore.

Si tratta di:

- Tanzim Hurras al-din (I Guardiani della religione, gruppo che fa ufficialmente parte di Al Qaeda da aprile 2018)
- Ansar al-Islam (I difensori dell’islam)
- Ansar al-Din (I difensori della religione)
- Liwa al-Mouqatiline al-Ansar (Brigate dei combattenti ausiliari)
- Tansiqiyat al-Jihad (Comitato di coordinamento della jihad).

Nelle comunicazioni con gli Occidentali questi gruppi evocano unicamente la propria «lotta rivoluzionaria» contro i «regimi» siriano, russo e iraniano. Comunicando con gli arabi parlano invece soltanto di «Nazione islamica», della «jihad contro gli infedeli» e della «sharia».

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo